È la "s"volta buona

Visite: 596

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Lettera aperta del presidente Pierdomenico Gambuti a tutti i giovani tesserati dell'Academy Bellaria Futura e alle loro famiglie, a due mesi dall'ingresso della nuova dirigenza che vuole rilanciare il movimento calcistico bellariese.

Carissimi,
alla fine del mese di giugno 2018, si è venuta a creare la possibilità di assumere la gestione dell’intera attività del Bellaria calcio. Dopo diversi anni di difficoltà di ogni genere in cui versava la stessa, come tante altre società, era giunto il momento di capire se fosse possibile intraprendere un nuovo percorso per rilanciare il movimento calcistico bellariese.
E' stata una scelta difficile, molto sofferta, per innumerevoli motivi: fra gli altri, la prospettiva di un impegno economico non indifferente e la necessità di riannodare in modo “costruttivo” i rapporti all'interno della società.
Ma la passione che unisce me e Marco Romano per lo sport in generale, e in particolare per il calcio, e la ferma convinzione che attraverso lo sport si possa veramente educare, trasmettendo ai giovani atleti valori positivi e sani princìpi di vita, ha fatto sì che, dopo poche serate passate insieme a confrontarci, si sia deciso, pur con tanti dubbi e paure nel cuore, di renderci disponibili ad assumere la gestione dell’intera attività calcistica del Bellaria, dal settore di base fino alla prima squadra.
Si è così passati dalle parole ai fatti e in data 11 luglio 2018, presso lo studio del notaio Pennino di Rimini, abbiamo costituito la nuova società “SSDRL ACADEMY BELLARIA FUTURA F.C.”
Oggi, ad appena 60 giorni dalla costituzione del nuovo sodalizio, possiamo dire di essere felici e soddisfatti di ciò che è stato fatto in questo breve periodo. Sopratuttto perché alla società si sono avvicinate diverse persone di Bellaria, costituendo un gruppo unito che ama il calcio, ne condivide la stessa visione sociale ed educativa, e ne vuole utilizzare le straordinarie potenzialità anche per promuovere l'economia e l'immagine turistica della città.
Tutto questo fa presagire che sia davvero “L’inizio di una Nuova Storia”.
Tutto questo fa veramente pensare che possiamo scrivere con i nostri giovani una storia “inedita”. Una storia diversa per approccio, forme e contenuti. NUOVA nella passione e nella professionalità di dirigenti e tecnici. NUOVA nel dialogo che apriremo con le famiglie. NUOVA negli obiettivi sportivi ed educativi che ci siamo prefissati. NUOVA nelle iniziative che metteremo in campo. Un progetto che avrà sempre a cuore il divertimento, il rispetto e la salute dei ragazzi. Lavoreremo per loro, non per noi. E per fare tutto questo occorrerà innanzitutto “Fare Squadra Insieme”.
Intanto, siamo contenti, anche in così poco tempo, di essere riusciti a completare l'organigramma della società, dallo staff dirigenziale a quello tecnico, completando tra mille problemi anche l’intera rosa di calciatori della prima squadra.
Con tanta umiltà, ma con altrettanto entusiasmo, vorremmo raggiungere diversi obiettivi. Primo fra tutti, affermare una cultura sportiva del rispetto, che non veda l’altro come avversario da sconfiggere a qualsiasi costo e in qualsiasi modo, ma come semplice compagno di gioco con cui misurarmi lealmente, scoprendo (e allenando) le infinite risorse che ho dentro di me. Una mentalità che faccia realmente vivere lo sport con gioia, lontano da esasperazioni, illusioni e violenze. Ci piace sempre ricordare ai ragazzi che “il calcio fa parte della vita, ma non è quel dono bellissimo che è la vita” e che “una vittoria senza merito non è una vittoria”. Solo così li aiuteremo a vivere lo sport con cuore aperto e mente illuminata.
Certo, c'è poi anche il risultato del campo, cartina al tornasole di come si opera e si gestisce. A livello sportivo-agonistico, il nostro obiettivo principale è riportare il settore giovanile del Bellaria ad essere uno dei più interessanti e floridi a livello regionale, o meglio ancora, nazionale. Tempo e sudore non ci spaventano.
Mentre quanto riguarda la prima squadra, vorremmo riportarla in categorie più consone alla storia e alla tradizione del Bellaria, ma con la precisa volontà di valorizzare il più possibile i giovani del proprio territorio e del proprio settore giovanile, evitando il più possibile le tentazioni e le lusinghe del cosiddetto calciomercato.
Solo così lo stadio Nanni (impianto che tanti ci invidiano) tornerà ad essere “ritrovo sportivo” della città e delle famiglie.

Pierdomenico Gambuti (presidente) e Marco Romano (vicepresidente)
Academy Bellaria Futura F.C.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

0
0
0
s2smodern
powered by social2s